Rubrica: Riepilogo mensile


Buon pomeriggio amici lettori!
Siamo alla fine del mese e quindi è il momento del Riepilogo mensile, ovvero la sintesi di tutti i libri che ho letto nel mese di febbraio.
Credo di aver fatto fuori tutti i libri brevi e leggeri della mia libreria negli ultimi mesi :D ma ora che sto riprendendo il controllo della mia vita spero di tornare ai miei vecchi ritmi di lettura e soprattutto di riuscire a leggere quei libri che attendono da parecchio tempo.


Andromeda Heights è il secondo libro che leggo di Banana Yoshimoto, il primo è stato A proposito di lei. Perché non so voi, ma io ho un debole per le seconde possibilità, che si parli di libri oppure di persone. E in entrambi i casi spesso rimaniamo più delusi della prima.
Banana Yoshimoto non mi piace, mi annoia a morte e mi mette a disagio. Credo che non leggerò mai più nulla di suo.


Corpi di gloria è un libro breve ma struggente. Il romanzo d'esordio di Giuliana Altamura mi ha ricordato i ragazzi irrequieti tipici dei romanzi di Silvia Avallone. Quei personaggi che non dimentichi facilmente e che finisci per conoscerli come se fossero amici tuoi. Insomma: mi è piaciuto.


Circa quindici giorni fa sono andata con una mia carissima amica a vedere la mostra d'arte di Frida Kahlo e Diego Rivera a Genova. Desideravo andarci da tanto e le emozioni che ho provato di fronte a certi quadri mi rimarranno impresse per sempre. Arrivata a casa mi sono subito messa a leggere Viva la Vida! di Pino Cacucci. Nel libro Frida Kahlo si mette a nudo e ci rivela quelli che sono i suoi segreti, i suoi pensieri più intimi rendendoci partecipi del suo dolore.


Non finirò mai di dirlo: quando avete dei giorni no consecutivi e volete un po' di leggerezza leggete Federica Bosco! Adoro la sua scrittura così scorrevole, fresca e capace di farmi sorridere e, a volte, anche ridere di gusto.
Ho letto L'amore mi perseguita in un momento "devo assolutamente leggere un libro di Federica Bosco" e l'ho preso senza pensare e soprattutto, senza sapere che questo libro è l'ultimo di una trilogia! Volevo pigliarmi a schiaffi.


Con Cercasi amore disperatamente, però, Federica Bosco non è riuscita a farmi sorridere e nemmeno a regalarmi un po' di spensieratezza. Cercasi amore disperatamente ha come protagoniste delle amiche, ognuna con i suoi drammi ma nessuna di queste è la tipica eroina dei libri della Bosco, nemmeno la protagonista.


Terza lettura della Federica Bosco in questo mese: SMS storie mostruosamente sbagliate. Un racconto breve che ci descrive la vita di una donna innamorata di un uomo sposato e le sue amiche che non fanno altro che dirle di lasciarlo. Ma sapete come funzionano le cose quando c'entra il cuore: dobbiamo sbatterci il naso per darci una svegliata.


Nicolas Barreau, che io ho battezzato come il Nicholas Sparks français basandomi solo sulle trame dei suoi romanzi, ha bussato alla mia porta con La ricetta del vero amore nel mese degli innamorati ed è entrato in punta di piedi, con delicatezza, pian pianino, fino a quando non mi ha fatta dire: devo leggere assolutamente qualcos'altro di Barreau! Ho adorato il suo modo di scrivere, e sicuramente lo approfondirò.


La parola contraria di Erri De Luca è l'ottavo libro che ho letto a febbraio e ora vi chiedo: perché dobbiamo andare così lontani? Perché pensiamo che la censura e la violazione del diritto di parola, pensiero, siano solo nell'attacco hackeriano della Corea del Sud o nell'attentato terroristico in Francia? Perché ragazzi, sì, lo sapevamo che anche in Italia censura e limitazione del diritto di espressione vanno a braccetto, ma non ne eravamo consapevoli. Le due cose sono diverse.


Tutto torna è la seconda storia che leggo di Giulia Carcasi dopo Ma le stelle quante sono. Devo essere sincera: all'inizio non sapevo che cosa aspettarmi perché non conoscevo la trama, mentre leggevo alcune frasi mi hanno trafitto il cuore, quando l'ho chiuso non sapevo se mi fosse piaciuto o meno. Ma ora lo so.


Ho letto Shakespeare perché sabato scorso alla fine della puntata di "Per un pugno di libri" (di cui vi ho parlato nella prima parte de "I cento libri che arricchiscono la nostra vita" secondo Piero Dorfles) è apparsa la striscetta con scritto che Giulio Cesare sarebbe stato il libro attorno al quale avrebbe ruotato la gara di questa settimana.
Giulio Cesare mi è piaciuto molto, ma mi capirete se dico che l'ho apprezzato un po' meno rispetto ad Amleto e Romeo e Giulietta, vero?


Volevo leggere Lascia che sia felice da troppo troppo tempo, e quando lasciamo lievitare un libro nella nostra libreria per troppo tempo, lievitano anche le aspettative. Aspettative che sono state deluse un pochino e so già che sarà difficile per me scrivere la recensione.


Non avevo mai sentito parlare di quest'autore, fino a quando non ho partecipato ad un gioco su Anobii chiamato "Adotta un autore". Esso consiste nello scegliere un numero qualunque e vi si assegna un autore legato a quel numero. Io ho scelto il 2 e mi è stato assegnato Sergio Bambarén. Mi è stato detto la sua scrittura è rilassante: capitava a fagiolo!
L'onda perfetta è breve e banale, ma è riuscito nel suo intento: ovvero quello di rilassarmi. E poi c'è lui, il mare, onnipresente e calmante.


Di Emily Dickinson mi ho già detto tutto nella rubrica Aggiungi un posto sullo scaffale. Ovvero che ho scoperto la Dickinson molti anni fa grazie al mio bibliotecario preferito e alla raccolta di poesie Silenzi. Da lunedì pubblicherò una rubrichina con al centro la Dickinson e le sue meravigliose poesie.


Ti ho lasciato un messaggio sul frigo di Alice Kuipers è la mia ultima lettura del mese e racconta la storia di una madre e di sua figlia che affrontano il cancro che attacca la prima, e l'unico modo che hanno di parlarsi e comunicare è quello di lasciarsi dei post-it sul frigo. Originale come tecnica di narrazione, e presto arriverà la recensione.


Amici lettori... Avete letto qualcuno di questi libri?

Commenti

  1. Non ho mai letto nulla della Banana Yoshimoto, sono piuttosto indecisa al riguardo!!
    Invece i libri della Bosco mi ispirano molto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda... A me la Yoshimoto non piace per niente e la sconsiglio; ma è il mio parere soggettivo. Se la leggi poi fammi sapere ^-^
      La Bosco è fantastica e la consiglio, decisamente! Soprattutto nei periodi in cui ci sentiamo un po' giù :)

      Elimina
  2. Hai letto tantissimo, complimenti! di queti ho letto solo quello di Giulia Carcasi, mi fa piacere quando la trovo in giro perchè è una autrice che mi piace davvero tanto ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha un modo di scrivere particolare e magnetico ^-^

      Elimina
  3. Tutto torna è uno dei miei libri preferiti.
    Lo amoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo *.*
    Scusa lo sfogo... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha <3
      E' un libro molto particolare e speciale ^-^

      Elimina
  4. Mi sono ripromessa quest'anno di leggere più libri della Carcasi. Ho segnato il titolo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è una scrittrice che ha talento ^-^

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari