Recensione: La ricetta del vero amore di Nicolas Barreau

Buon pomeriggio, amanti della lettura!
Avete mai letto qualcosa del français Nicolas Barreau? E qualcosa dell'américain Nicholas Sparks? Nicolas e Nicholas. Entrambi grandi maghi delle parole a quanto pare, soprattutto se queste hanno a che fare con il re dei sentimenti: l'Amore.


Titolo: La ricetta del vero amore
Autore: Nicolas Barreau
Editore: Feltrinelli

Trama:
È perennemente in ritardo. È bella come il sole. È socievole, estroversa e... irraggiungibile. L'amore di Henri Bredin - timido studente della Sorbonne, un po' goffo e sempre puntuale - sembra del tutto senza speranza. Lui e Valerie Castel condividono la passione per gli stessi libri. Ma per Valerie, Henri è solo un compagno di studi e un buon amico, mentre per lui la ragazza con gli occhi acquamarina e il sorriso impertinente è la donna più charmante del mondo. Quando Valerie trascorre le vacanze estive sulla Riviera ligure e perde la testa per un italiano, a Henri crolla il mondo addosso. Non ha nessuna possibilità contro quell'uomo affascinante, ricco e di dieci anni più grande di lui. O forse sì? Un giorno, curiosando tra le bancarelle di libri usati lungo la Senna, Henri si imbatte in un libricino rilegato in pelle bordeaux. Si tratta di un manuale del XVI secolo che contiene pozioni e strani infusi e promette di svelare niente meno che la ricetta dell'amore eterno, L'élixir d'amour éternel. Contrariamente a ogni logica, Henri decide di invitare a cena Valerie e di cucinare per lei un perfetto "Menu dell'amore". Ma, tra tutte le sere possibili, quella è proprio la volta in cui la ritardataria Valerie decide di presentarsi nel piccolo appartamento di Henri in rue Mouffetard con largo anticipo...


Recensione:
In un febbraio piuttosto triste e, vicino al tanto amato e odiato San Valentino, mi ritrovo a leggere una storia tipica francese. Mi ha ricordato le farfalle allo stomaco. Mi ha ricordato le notti insonni a pensare alle giornate d'amore. Ci pensavo così tanto che alla fine mi dimenticavo alcuni dettagli delle conversazioni, ad esempio, con gli occhi che urlavano al mondo "Sono innamorata. Ed è bellissimo!". Come le vecchie e le fedeli cassette VHS che, se viste e riviste iniziavano a perdere colpi. Iniziavano a consumarsi. A consumarsi come alcuni ricordi.

Fuori era quasi buio, e forse quello sarebbe potuto essere il momento decisivo, ma me lo lasciai sfuggire, come spesso nella vita ci lasciamo sfuggire un'occasione che non riconosciamo al volo.

La ricetta del vero amore ha risvegliato tutto questo in me. Ho iniziato a leggerlo un po' sulla difensiva. Voglio dire, ma ero impazzita? Stavo leggendo una storia d'amore mielosa, francese, tra degli studenti universitari, ambientata a Parigi. Stavo leggendo di tutto questo, dopo una rottura. La rottura. Vedete, alla fine io nonostante i periodi bui amo la vita! Amo la vita e il futuro che mi aspetta, accompagnata o da sola.

Ma, avete idea di quello che ho provato leggendo questa storia? Di Henri e Valerie. Lui che si innamora di lei sin dalla prima volta che la vede, dei suoi capelli che intrappolano i raggi del sole, del suo basco azzurro, dei suoi occhi sorridenti e del suo sorriso solare.
Valerie che ride e rende vivace tutto ciò che ha intorno e, quanto fanno piacere le persone simili! Quanto rendono più colorato il mondo o gli occhi con i quali li si guarda. E a me Parigi è sembrata così: colorata, vivace, abbondante di luce. Luce che si incastra tra i boccoli di Valerie (non mi dimenticherò mai questa metafora), luce che fa brillare gli occhi di Henri quando è con Valerie. Anche se lei, in un modo o nell'altro, prenderà una strada diversa, anche se Henri soffre nel vederla distante da lui, nel vederla con un'emozione che non è destinata a lui. Soffre quando lei soffre, quando versa le sue preziose e veniali lacrime e inconsapevolmente spezza il cuore anche a Henri, che di Valerie vuole vedere sempre la bellezza del sorriso che regala.

Io la amavo. Amavo le sue scuse assurde a cui nessuno credeva. Amavo la sua insopportabile mania di parlare di un libro fin nei minimi dettagli, benché tutti si lamentassero: "Per favore, Valerie, non dirci tutto. Vogliamo leggerlo anche noi!". Amavo il suo metodo di sistemarsi il basco con quella punta di civetteria che ogni volta mi emozionava, o di mettere tre cucchiaini di zucchero nel cafè crème e poi dimenticarsi di girarlo. Amavo sentirla cantare spensierata Milord, anche se era uno strazio perché non azzeccava una nota. E amavo la minuscola pagliuzza marrone nel suo occhio sinistro, che era solo mia.

Un amore giovane, un amore fresco, un amore non corrisposto, un amore parigino, un amore a La vie en rose, un amore nuovo, un amore profumato di dolcezza ma anche di pietanze dal gusto lieve e delicato. Un profumo che riempe la piccola cucina di Hanri con la quale intende conquistare il cuore della sua Valerie. Si dice che sia il più antico siero d'amore. Sarà così? Quel che è sicuro è che questa è la cucina che ha conquistato e conquisterà il cuore di molti lettori con il seguito, Gli ingredienti segreti dell'amore.
Da parte mia posso dire che questo prequel e Nicolas Barreau hanno una nuova ammiratrice.

Aaah, l'Amour!

Commenti

  1. Ma che bella recensione *.* Si vede che ti è proprio piaciuto!!!

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. Sii, voglio sapere che ne pensi :)

      Elimina
  3. da leggere quando si ha voglia di una pausa romantica :)

    RispondiElimina
  4. Ah, l'Ammmore :3 Mi hai proprio convinta, devo leggerlo! Ogni tanto l'animo spassionatamente romantico che c'è in me ha bisogno di storie cosi ^^

    RispondiElimina
  5. Ogni tanto una storia così dolce ci vuole proprio ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sìì, è dolce dolce dolcissima *-*

      Elimina
  6. Io ho letto "Con te fino alla fine del mondo" giusto un mesetto fa :) Mi era piaciuto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, si? *-* Io ormai mi sono innamorata e spero di leggerlo presto ^^

      Elimina
  7. Ciao :)
    Mi fa piacere che Barreau ti abbia conquistata.. Questo non l'ho letto ma ho letto il seguito ed è molto carino.. Ti consiglio anche Con te fino alla fine del mondo.. mi è piaciuto da matti ed è anche molto divertente ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao *-*
      In effetti sono molto tentata dal cominciare a leggere proprio Con te fino alla fine del mondo e poi il seguito di questo. O il contrario. Mmm... Ci devo pensare xD
      Grazie del consiglio, lo apprezzo molto ^^

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari