Recensione: Scarlett di Thalia Kalkipsakis

Buon pomeriggio, amanti della lettura!
Avete mai letto un libro sulla danza? Oggi sono qui a proporvi uno di questi grazie al gentile omaggio della casa editrice.


Titolo: Scarlett
Autore: Thalia Kalkipsakis
Editore: Piemme

Trama:
Scarlett Stirling è una promettente ballerina, bellissima e ambiziosa. Adora i sacrifici e il rigido regime della sua scuola di danza, la National Academy of Performing Arts. La sua vita è misurata e bilanciata. Perfetta. Ma quando riesce a ottenere un piccolo ruolo in un video musicale e conosce l'affascinante rock star Moss Young, tutto cambia. Nel giro di una notte entra in un nuovo mondo, senza restrizioni, senza regole. Divisa fra i propri doveri e il desiderio di stare con Moss, Scarlett si spinge molto vicina al limite. In un mondo dove determinazione, ambizione e talento sono tutto, basta un passo falso per giocarsi tutto...


Recensione:
Vi ricordate quando eravamo più piccoli, quando ci chiedevano "cosa vuoi fare da grande"? Io sì. Ho desiderato molte professioni per ogni fase della mia infanzia e poi adolescenza. Ma a pensarci bene, non ho mai desiderato un lavoro nel mondo dell'arte, come la danza. Sebbene la mia generazione sia cresciuta a pane e Amici e, quando mancava Amici c'erano tutti gli Step Up. Ma al di là delle pellicole cinematografiche e dei talent show che sopravvivono ancora oggi, quant'è bello guardare gli occhi vivi di un artista, di una ballerina?. Ma è ancora più bello leggere le emozioni di una ballerina.

Scarlett, fedele al suo nome con quella cascata di capelli rossi selvaggi, nasce e cresce in un mondo che la circonda di musica, di scarpette consumate, di poster di ballerine che la sorvegliano appese al muro della sua cameretta. Ricorda il papà, prima di passare a migliore vita, tramite le vecchie riviste di danza e quei pochi e deboli ricordi che le restano di lui. Lui, il migliore ballerino dei suoi tempi, l'irraggiungibile, che fa ombra alla moglie con la sua grande passione per la danza. E proprio questa gli sarà fatale, come ogni grande amore. Ed è per questo che Scarlett ha fatto dell'impegno e della danza i suoi motori della vita: vuole diventare come lui. Vuole entrare alla National Ballet Company e proseguire le orme del padre, cosa che la madre le proibisce, nel modo sbagliato; ma è una madre e, come tutte le madri, vuole proteggere sua figlia.

Scarlett è un personaggio che starebbe antipatico a molti lettori, perché si allontana dal ruolo da eroina. È testarda, fa di testa sua, si comporta male con gli amici, tratta malissimo la madre punendola. Perché lei è Scarlett Stirling, quella che tutti invidiano, quella che è il modello di chiunque dell'ambiente, quella che può farcela, quella che ha già il futuro programmato. Ma si sa, la vita è imprevedibile e non si può avere tutto ciò che si vuole. Soprattutto se non si è ancora consapevoli se è quello che si vuole o meno. E, a volte, bisogna centrare il muro in pieno per rallentare, per conoscere i propri limiti, smettere di spingere.

La storia di Scarlett descrive un mondo che ci è lontano. Chi mai, quando va a vedere un balletto, si sofferma a riflettere a quello che c'è dietro le quinte, a chi c'è, al lavoro e ai sogni che ci sono? Ci soffermiamo sulla superficie. Non vediamo i crampi, i sacrifici, le ginocchia sbucciate, le nocche arrossate, le vesciche ai piedi, gli ematomi nascosti, le diete forzate, quegli amici che possono essere anche dei nemici. Non vediamo che dietro ad una piccola gioia c'è un complesso di sacrificio. Un complesso di elementi che annebbiano la gioia della danza, anche ad una diciassettenne.

Una nebbiolina che diviene più fitta con il rapporto che lega Scarlett alla rockstar del momento Moss Young, il quale rappresenta tutto l'opposto della disciplina e dello stile di vita di Scarlett. Lei si ritroverà a vagare in questa nebbiolina con le mano protese verso i suoi sogni, li cercherà, li vorrà afferrare e, alla fine, che vi si aggrappi o no, Scarlet troverà le due cose più importanti di tutte: se stessa, la vera se stessa, e il suo immenso amore per le scarpette, il suo vero amore.

Devo dire che iniziando a leggere Scarlett non mi aspettavo nulla in particolare, anche perché non ho mai letto libri sulla danza. Questo ha fatto sì che mi cogliesse di sorpresa, che mi stupisse, soprattutto da metà del libro dove il tutto è diventato imprevedibile.
Scarlett di Thalia Kalkipsakis mi è piaciuto più di quanto potessi credere e lo consiglio come lettura d'evasione ma anche come stimolo per lottare e raggiungere i propri obiettivi, senza perdersi durante il percorso.

Commenti

  1. Sono felice di aver letto questa recensione perché questo libro mi ispira dalla prima volta che l'ho visto! Non sono una patita della danza, ma mi piace l'argomento di un sogno da realizzare. *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se mai lo leggerai, io penso che tu non riuscirai a staccarti dalle pagine ^^
      Beh, sì, un argomento simile attrae tutte le sognatrici e le romanticone *-*

      Elimina
  2. Io dietro le quinte ci sono stata per un bel pò di anni e i crampi, le vesciche, la disciplina, ecc.. le conosco molto bene. Ovviamente l'ho vissuto solo a livello dilettantistico ed è un mondo che non mi appartiene più ma darò molto volentieri una possibilità a questo romanzo, sembra una bella storia!
    Bella recensione ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, ma anche se "solo" a livello dilettantistico (sottolineo "solo" perché a mio parare non è "solo" xD) tu hai fatto parte di quel mondo e secondo me leggendo Scarlett sorrideresti per la familiarità delle cose descritte ^^
      Ti ringrazio <3

      Elimina
  3. Eccomi :) Anch'io a breve dovrei scrivere la recensione di questo bellissimo libro *-* Una storia certamente semplice ma... cavolo! Così vera, così come la tua recensione ^^ E il primo pezzettino della tua recensione è bellissimo, sul serio ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oooh, Francy, non vedo l'ora di leggere la tua recensione *-*
      Semplice, sì, ma io ad un certo punto mi sono messa a fare "shhhh" a mia sorella perché ero presissima ahaha :D
      Che dolce che sei <3 Ma vuoi farmi sentire la blogger più felice del mondo, eh?! Ahahaha xD Grazie!

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari