Riepilogo mensile di luglio


Buongiorno, amanti della lettura!
Luglio è volato per me, più del solito.
Luglio è stato un mese pieno di studio e di esami.
Luglio è stato il mese più spensierato da esattamente un anno. Il mese dell'accettazione della mia nuova me, diversa da prima, peggiore di prima, ma anche migliore di prima.
Un mese ricco di impegni, di forti emozioni e di cambiamenti. Un mese positivo, anche dal punto di visto della lettura, dove anche se ho letto soltanto quattro libri, questi sono stati tutti bellissimi. Non posso essere più felice :)


Non sono ancora una laureanda e, il mio percorso è appena iniziato, ma date le enormi difficoltà che ho avuto negli ultimi mesi ho pensato che mi servisse un pensiero positivo. Anche due. Facciamo anche tre, dai. Vonnegut, ad ogni modo, mi ha fatto perdere il conto dei pensieri positivi e dei mezzi sorrisi che mi ha regalato grazie e queste centinaia di pagine. Sono sicura che in futuro lo rileggerò più volte e farò leggere a voi qualche passaggio tra qualche giorno con la rubrica Parole sottolineate.
Vi rimando alla recensione.


Non mi aspettavo assolutamente nulla da Scarett. solo una lettura di svago dopo una giornata colma di numeri, grafici e politiche monetarie da capire. Quel che è però facilmente comprensibile, è la passione dei diciassette anni. Quella passione e quei sogni che siamo disposti a difendere con le unghie e coi denti da chiunque voglia attaccarli, ma che non si è preparati a difendere da noi stessi.
Non mi aspettavo nulla, sì, ma sono rimasta piacevolmente stupita e vi spiego perché nella recensione.


Mi sa che fuori è primavera è un libro che mi ha svuotata e riempita, a seconda delle emozioni. Io non credo di avere altre parole, oltre a quelle della recensione, per dire quanto abbia amato questo libro e di come Concita De Gregorio mi ha completamente conquistata.


Vanessa torna con il più bello dei suoi fiori, dopo Il cuore selvatico del ginepro e, ci fa viaggiare ancora una volta in una Sardegna misteriosa e magica. Ci fa accompagnare, durante questo viaggio, da Nora e dalla luce e forza che la caratterizzano. Vi rimando, anche qui, alla recensione.

Come dicevo, un mese dalle poche letture ma queste sono stata tutte belle. In particolare Fiore di fulmine e Mi sa che fuori è primavera, che sono diventate due delle migliori letture dell'anno.

Commenti

  1. Scarlett mi ispira tantissimo! Spero di leggerlo prima o poi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che tu lo faccia ^^ Poi verrò a spulciare la tua recensione, se la scriverai.

      Elimina
  2. Il libro della Roggeri non lo avevo proprio notato, ma ultimamente ne ho letto opinioni entusiastiche quindi me lo segno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è meraviglioso! *-* E' comprensibile il fatto che sia stato amato da molti.

      Elimina
  3. Fiore di fulmine mi è piaciuto tanto!

    RispondiElimina
  4. Ciao :)) Scarlett è piaciuto anche a me, stranamente io ho letto 8 libri nonostante dovevo studiare diciamo che ogni momento libero l'ho dedicato a quello :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefi *-* Beata te! Io con privato e macro non sono riuscita a leggere molto :( Ma sono comunque molto soddisfatta!

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari