Rubrica: Riepilogo mensile di giugno


Buon pomeriggio, amanti della lettura!
E anche giugno è scivolato via.
E' stato un mese di riprese per me. Innanzitutto dal punto di vista universitario dove sto recuperando alla grande gli esami. Un po' meno dal punto di vista psicologico ed emotivo: l'anno scorso in questo periodo ero in un altro paese dove ho vissuto delle esperienze mozzafiato e scoperto nuovi obiettivi da raggiungere. Ricordare ciò mi mette tristezza a volte, vorrei tornare là a rivivere ogni cosa, ma dall'altra parte non lo vorrei perché è stato lì, in quel periodo che c'è stato il punto di rottura, il punto di non ritorno.
Il 20 di giugno c'è stato il mio compleanno. D'ora in poi alla domanda "quanti anni hai?" risponderò che ne ho ventuno.
Ed infine, il mese di giugno è stato un mese ricchissimo di letture nonostante lo studio, gli esami, il caldo. Non chiedetemi come ho fatto perché non ne ho idea! E ora, scopriamole insieme ^^


Ho iniziato il mese consapevole dello stress che avrei subito, così ho letto Le ho mai raccontato del veno del Nord: un storia leggera, breve, fresca, che fa sorridere. Chi non sorriderebbe davanti a Leo ed Emmi che il caso fa incontrare e innamorare?


Subito voltata l'ultima pagina de Le ho mai raccontato del Nord, Leo ed Emmi mi sono mancati, mi è mancata la loro ironia, le loro conversazioni intelligenti, e volevo sapere come sarebbe finita la loro storia. La settima onda è l'ultimo di questa duologia che ho apprezzato e che è caduta a fagiolo.


Ho scoperto Sergio Bambarén con L'onda perfetta, di cui vi avevo lasciato le frasi che più mi colpirono, e ho deciso che lui sarebbe diventato mio compagno di viaggio durante gli esami per via del relax che mi aveva trasmesso. Purtroppo però Vela bianca mi ha irritato tantissimo avendo trovato la storia basata su una grande contraddizione.


Volevo leggere Rosso Istanbul da tanto, troppo, tempo. Volevo riassaporare la mia cultura e quella medio-orientale, e con questo libro Ferzan Ozpetek mi ha fatta viaggiare per le strade di Istanbul, entrare nell'hammam, sentire gli odori delle spezie e far ubriacare gli occhi dal rosso che accende quella città.


Ogni tanto mi viene voglia di buttarmi in qualche young adult per evadere un po' dalle giornate piatte o piene di studio. Insuperabile è stata una lettura appropriata: il desiderio e l'amore tra dei miei coetanei non può che farmi sorridere e brillare gli occhi. Nulla di impegnativo o indimenticabile, ma come lettura di svago è perfetta.


Dov'è finita Audrey? è il libro con il quale Sophie Kinsella esordisce nel mondo dello young adult e, diciamolo, lo fa col botto. Non ho mai letto nessun libro di quest'autrice ma questo mi ha incuriosita abbastanza da farmi cambiare idea. Certo, la storia di una ragazzina come Audrey è ben lontana dallo chick lit, ma la sensibilità e la leggera ironia con cui Kinsella scrive mi attraggono.


Voglio vivere una volta sola di Francesco Carofiglio è un libro di cui rimandavo la lettura da tempo, pensando fosse troppo triste per me. Beh, triste è triste. Un velo di malinconia c'è ancora se ci ripenso e so che molto probabilmente non riuscirò a scrivere la recensione.


Dopo Voglio vivere una volta sola avevo bisogno di svago e di ridere. Il re degli incasinati è un libro molto leggero che finisce in un battito di ciglia, senza però cadere nella frivolezza e lanciando messaggi ormai noti ma non è mai male fare un ripassino. No?


Facemmo l'amore in una notte di maggio mi è stato inviato dall'autore per una recensione. Anche se non mi piace leggere i libri degli autori nei periodi impegnativi, perché penso che meritino la mia totale attenzione, purtroppo la storia del signor Nicola non mi è piaciuta per niente.

Che dire, amanti della lettura :)
Oggi inizia il mese di luglio e io da circa una settimana non riesco a leggere. Mi sento perennemente stanca anche mentalmente e questo non mi fa prendere neanche un libro tra le mani, nonostante sul comodino ci siano tre libri neanche tanto pesanti. Spero vivamente di riprendermi in questi giorni.
Come ogni riepilogo mensile sono curiosa di sapere se avete letto qualcuno dei libri indicati qua sopra e che ne pensate.
Buone letture!

Commenti

  1. Complimenti per le tue letture, i primi due di Glattauer li ho letti anche io tempo fa, li ricordo ancora con piacere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neh? :)
      Sì, anche io li ricorderò con piacere.

      Elimina
  2. Ciao Nolwenn quante letture questo mese!! Ho letto anche io Dov'è finita Audrey? e concordo con te, la Kinsella con questo romanzo esordisce nel genere YA col botto!!
    Gli altri non li conoscevo ma mi ispira molto Voglio vivere una vita sola ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Clary ^^
      Anche tu? S', la Kinsella mi ha veramente sorpresa. Devo essermi persa la tua recensione e forse altri post, 'sta sera li recupero :)
      Oh, quel libriccino è così triste, Clary. Però te lo consiglio ^^

      Elimina
  3. Io ADORO Glattauer. E' diventato uno dei miei scrittori preferiti, e ho cominciato proprio con quei due ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, sì? *-* Che bello avere i gusti simili!

      Elimina
  4. Voglio assolutamente leggere qualcosa di Glattauer :) :) :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? Allora potresti cominciare da questi, se ti ispirano ^^

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari