Segnalazione: Fiabe allo specchio di Jessica A.

Buonasera, amanti della lettura.
Dopo una giornata così intesa di immagini, di parole, di opinioni, rabbia e tristezza, raccogliete voi stessi e cercate protezione in delle fiabe.

Quali sono tre emozioni che regalerai ai tuoi lettori?
Jessica A. ha risposto:
Spero di riuscire a regalare ai miei lettori: curiosità, turbamento e, soprattutto, nostalgia.


Titolo: Fiabe allo specchio
Autore: Jessica A.
Editore: autopubblicato (StreetLib)
Genere: fantasy fiabesco, critica letteraria, saggistica
Pagine: 135
Prezzo: 2,99 €
Formato: e-book
Disponibile su: Amazon, IBS, LaFeltrinelli, Kobo e altri store online
Data pubblicazione: 11 luglio 2015
Pagina Facebook: Qui

Trama:
Le fiabe hanno alle proprie spalle un passato antichissimo, fatto di numerosi personaggi, storie e riscritture. Ognuno di noi, da bambino, ha letto o ascoltato diverse fiabe e ne porta ancora dentro il ricordo. Ma siamo davvero così sicuri che le fiabe siano fatte solo per i bambini? E, soprattutto, che quella fiaba che ricordiamo sia (in un certo senso) “autentica”?
Percorreremo insieme questo viaggio misterioso, analizzando e confrontando alcune delle fiabe più note, scoprendo che (a volte) non è sempre il principe azzurro a salvare la principessa.

Estratto:
"Il primo racconto de La camera di sangue, dall'omonimo titolo, prende come riferimento la fiaba francese di Perrault, Barbablù. […] Perrault delinea fin dall'inizio la figura di Barbablù, presentandolo come un uomo ricco, ma brutto e spaventoso, difatti: «non c'era donna, ragazza o maritata, che soltanto a vederlo, non fuggisse a gambe  dalla paura». Nella riscrittura invece è dato spazio maggiormente alla protagonista che ripercorre il proprio vissuto presente e passato. […] La descrizione che abbiamo di lui è velata, parziale, poiché a separarli c'è una porta:
“Se mi fossi appoggiata sul gomito sarei riuscita a scorgere la forma scura, leonina del suo capo e le narici avrebbero colto un soffio di quel profumo maschio e opulento, di cuoio e di spezie, che regolarmente lo accompagnava […] per quanto fosse un uomo corpulento, si muoveva senza fare rumore, come se le suole delle sue scarpe fossero di velluto, come se, al suo passo, il tappeto si tramutasse in neve.”
Nella versione francese, oltre alla barba, a rendere spaventoso Barbablù è la rivelazione di un altro particolare: «[…] aveva sposato diverse donne e di queste non s'era mai potuto sapere che cosa fosse accaduto»"

L'autrice:
Jessica A.  è una giovane ragazza di 24 anni, ama i libri, gli animali (soprattutto i gatti!) e ha quasi sempre la "valigia in mano". Fiabe allo specchio è frutto di un suo lavoro universitario (tesi) e della sua passione per le fiabe e i misteri.

Commenti

  1. Se non sbaglio Barbablù è ispirato a un personaggio realmente esistito Gilles de rais. Ma non sono sicuro. Comunque il libro sembra interessante proprio per l'analisi e lo studio fatto :)
    Poi a me piace la storia c'è dietro :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora la segnalazione ha centrato il bersaglio ^^ Buone letture.

      Elimina
  2. La copertina è davvero bellissima e il tema mi piace un sacco. Non per niente lo avevo segnalato pure io *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? E' un tema così misterioso, chissà cosa ci racconta Jessica :)

      Elimina
  3. Sono proprio curiosissima di leggere questo libro!!! *_*
    Adoro le fiabe originali, così spietate ma confortanti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spietate sono d'accordo, confortanti non saprei :/ Dipende dalla fiaba, penso.

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari