Recensione: L'amore non è mai una cosa semplice di Anna Premoli

Buongiorno, amanti della lettura.
Oggi vorrei parlarvi della mia prima lettura del 2016, la cui autrice mi è stata caldamente consigliata da una mia cara amica. Che dire, Anna Premoli mi ha conquistata!


Titolo: L'amore non è mai una cosa semplice
Autore: Anna Premoli
Editore: Newton Compton Editori

Trama:
E se per ottenere un buon voto all'università dovessi fare amicizia con qualcuno che proprio non ti piace? Lavinia pensava che nella vita avrebbe insegnato e invece, dopo la maturità, si è lasciata convincere dai genitori a iscriversi a Economia. E ormai al suo quinto anno alla Bocconi, quando si trova coinvolta in un insolito progetto: uno scambio con degli ingegneri informatici del Politecnico. Lo scopo? Creare una squadra con uno studente mai visto prima, proprio come potrebbe capitare in un ambiente di lavoro. Peccato che Lavinia non abbia alcun interesse per il progetto. E che, per sua sfortuna, si trovi a far coppia con un certo Sebastiano, ancor meno intenzionato di lei a partecipare all'iniziativa. E così, quando la fase operativa ha inizio e le sue amiche cominciano a lavorare in tandem, Lavinia è sola. Ma come si permette quel tipo assurdo - a detta di tutti un fuoriclasse dell'informatica - di piantarla in asso, per giunta senza spiegazioni? Lavinia non ha scelta: non lo sopporta proprio, ma se vuole ottenere i suoi crediti all'esame, dovrà inventarsi un modo per convincerlo a collaborare... Ma quale?


Recensione:
"Leggi Anna Premoli, è divertente, bravissima e sono sicura ti piacerà!".
Così la mia amica mi ha consigliato Anna Premoli quando è uscito il suo penultimo libro. E ogni volta che avevo bisogno di leggerezza ci ho pensato a quel consiglio, ma in qualche modo è stato come se il mio cervello si fosse rifiutato per paura che lei potesse piacermi più di Federica Bosco. Non è assurdo? Poi, sempre la mia amica, mi dice che stava per uscire il nuovo di Anna Premoli, e che sarebbe stata una serie. Allora, sempre il mio cervello, ha detto "Hei, frena frena stai scrivendo troppi libri e sono indietro!".
È così che L'amore non è mai una cosa semplice è finito tra le mie mani. Pronta per scoprire la Premoli e i suoi protagonisti.

E' così che funziona nei rapporti umani, Si evolvono. Punto. Ma in partenza non si sa mai come accadrà. Ci sono persone che ti accompagnano per un certo tratto della tua vita e altre che ne fanno parte in pianta stabile.

Lavinia è la ragazza che noi diremmo essere perfettina, quella sempre composta, preparata, controllata; quella che piace a tutti e che compiace tutti. La sua famiglia in primis: una mamma borghese fissata coi rotolini di troppo sulla pancia, e un papà non aperto al dialogo che ha sempre deciso per Lav. Non per niente la sorella di Lav ha lasciato casa ribellandosi, ma la nostra protagonista non ce l'ha il coraggio, non vuole osare, spezzare gli equilibri, non vuole deludere la sua famiglia e ogni tanto si chiede che futuro abbia, che cosa fare della sua vita, e nel frattempo continua a compiacere la famiglia e a voler piacere a tutti.
Tanto che quando Sebastiano, il collega di progetto universitario, si rivela essere il primo a cui lei non piace, Lav si trova ad essere indignata e non accetta la cosa. Essere ignorata è proprio una cosa che non le capita, il suo bel sorriso e le sue maniere non vengono mai rifiutate. E, si sa che c'è una prima volta per tutto.

Voglio dire, ti ho visto quel primissimo giorno e ho subito annusato aria di guai. E ho fatto tutto quello che era in mio potere per tenerti a distanza. Solo che tu hai un modo piuttosto efficace di infilarti sotto la pelle delle persone. Sei come un tatuaggio, penetri proprio nel profondo.

Seb invece è assolutamente, senza ombra di dubbio, il contrario delle persone che Lav frequenta. Seb è un nerd, e essere nerd è diventato di moda, si sa, ma spesso è anche sinonimo di strano. Quando? Quando si è strani. Seb è un solitario, amante dei giochi di ruolo, del violare la privacy altrui su Facebook, allergico ai canali social, corteggiato dalla Silicon Valley.

Ora lo so: le cose più difficili sono le uniche per cui vale la pena lottare davvero. Sempre.

Essere razionale e voler essere costantemente lucido non lo rende poi tanto diverso da Lav; e se questo è un punto do forza, può essere anche il suo tallone d'Achille. Ciò che Lav gli invidia, però, è la famiglia: calorosa, unita, senza ossessioni per il controllo o genitori, diciamolo, un po' egoisti. Ma Seb è caparbio e deciso a lasciare casa e trasferirsi altrove.
Tanto caparbio che Lav lo prende come una sfida e si dimostra essere determinata oltre ogni limite, fregandosene di quello che Seb potrebbe pensare di lei, si fanno i dispetti, collaborano e... e scatta qualcosa.

Sono quasi certo che sotto quella corazza batta un cuore tenero.

L'amore, l'innamoramento, chiamatelo come volete, toglie il freno delle emozioni, confonde i pensieri, mina le sicurezze, fa cedere le forze di volontà. La loro pelle si incontra, brucia e si desidera. Lav prende l'iniziativa e i baci di Seb le fanno girare la testa, lui invece pare impaurito e timoroso, difficile che si lasci andare via. Ma l'amore fa vacillare ogni difficoltà, anche questa.

Ma quando sto con te mi pare di impazzire, Del tutto. Non riesco più a ragionare. E fino a prova contraria era l'unica cosa in cui eccellevo veramente. Io con te non sono mai a mio agio, perché seno di non controllare niente, sento di volere cose che sono più grandi di me e te, Qui e ora.

Anna Premoli mi sorprende, mi tiene attaccata alle pagine perché sapere come si evolve tra Lav e Seb è più forte anche del sonno. L'ironia e la scorrevolezza della scrittura sono una ventata di aria fresca in quelle serate dove non si desidera altro che viaggiare leggendo.

La gente racconta spesso di non saper dire con certezza se una certa persona è quella giusta, ma la verità è che se ti capita di entrare in sintonia con quel particolare essere umano, spesso sulla carta tutt'altro che perfetto per te, non puoi non saperlo. E' lui e basta, Game over. Buona ricerca agli altri, a me non interessa più giocare.

Punto di forza della storia e della narrazione sono i personaggi, così realistici, tanto da creare una specie di empatia con loro: diventano i nostri compagni di università o i nostri amici che non sanno di piacersi, il tutto con una dose sufficiente di divertimento.
E, infine, ho molto apprezzato i riferimenti al mondo economico-finanziario dati i miei studi e gli studi della Premoli. Un motivo in più per leggerla ancora, prossimamente, perché mi ha conquistata!

Le persone più impenetrabili sono quelle che possono essere ferite più facilmente. Può sembrare un controsenso, ma non lo è.

Commenti

  1. Ottima recensione...ma continua a non prendermi questa storia...non so perché ma non riesce ad accendere il mio interesse...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capita anche a me, sai? Tipo che vedi quel libro in libreria, lo guardi, ma non riesci a prenderlo. Penso che l'istinto e l'intuiyo facciano molto nella scelta di un libro, quindi... Passa oltre :) Ci sono un sacco di altri libri che ti aspettano ^^

      Elimina
  2. Con la Premoli ho avuto un approccio simile al tuo, me l'ha consigliata un'amica ed è finita che li ho letti tutti. Questo l'ho trovato tra i meno riusciti, tuttavia Finché amore non ci separi ed Un giorno perfetto per innamorarsi (che fanno cross over fra loro in quanto le due protagoniste sono migliori amiche) sono davvero carini.
    Adesso aspetto il prossimo, ho buone sensazioni su Giada :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un giorno perfetto per innamorarsi sarà assolutamente il prossimo!
      Anche io aspetto il prossimo ^^

      Elimina
  3. Io amo la Premoli e tu lo sai bene:) penso di aver letto tutti i suoi libri o quasi; quando ho visto la trama di questo ho avuto paura che non fosse come gli altri, che avesse qualcosa di diverso che non avrei apprezzato. Infatti è stato cosi,l'ho adorato. Lei mantiene il suo modo di scrivere, la sua vena ironica e il mondo economico che tanto affascina. Ma per la prima volta ho sentito una grande voglia di parlare con Seb, di sapere cosa penserebbe della tal cosa, di conscerlo; una persona così unica e speciale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del tuo consiglio :)
      Seb <3

      Elimina
  4. Bellissima recensione Siham! Devi piantarla di farmi aggiungere titoli alla mia wl! <3

    RispondiElimina
  5. Sai già che ho amato questo libro e sono felice che ti sia piaciuto *-* Come dici tu, il riferimento ai nostri studi mi fa sempre apprezzare moltissimo l'autrice! <3

    RispondiElimina
  6. Questo romanzo lo trovo ovunque... tutti ne parlano e le recensioni sono sempre positive.
    Non potevo non scaricarlo in ebook: ora non mi resta che trovare il tempo per leggerlo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, tranquilla, lo troverai! Un storia così ti farà procrastinare le faccende domestiche, pur di finirla ahaha :)

      Elimina
  7. Bella recensione Siham, ti dirò non conoscevo l'autrice e mi ci sono sempre soffermata poco, però magari in un momento "soft" potrei darle una chance ;-)
    Comunque mi fai morire quando dici: è stato come se il mio cervello si fosse rifiutato per paura che lei potesse piacermi più di Federica Bosco ^^
    Sai ogni tanto succede anche a me di essere un po' di parte con gli autori che mi piacciono tanto ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te la consiglio Jerry ^^ Magari non proprio questa lettura, un'altra, ma te la consiglio.
      Aahahaha :D Visto? Ci affezioniamo e siamo pronti a salire sul ring per loro.

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari