Riepilogo mensile di giugno

Buon pomeriggio, amanti della lettura.
Un po' in ritardo, ma arriva il riepilogo mensile di giugno. Giugno. Giugno è stato tante emozioni e riflessioni. Il mese in cui ho realizzato di nutrire parecchia insoddisfazione in molte cose della mia vita, quella insoddisfazione rassegnata, la peggiore. Giugno è stato il mese in cui ho spento ventidue candeline, tutte passate inosservate come piace a me. Giugno è stato il ricordo della felicità e la malinconia del presente, anche quando spengo ventidue candeline e
senza esprimere nessun desiderio. L'insoddisfazione di questo mese appena passato si è riflessa un po' anche sulle mie letture.


Il cuore buio è stata la prima e deludente lettura del mese di giugno. Una storia fitta di temi importanti trattati con superficialità che non mi ha fatto apprezzare il libro. Ve ne parlo in maniera più approfondita nella recensione.


Scomparsi è la seconda lettura deludente dove il thriller psicologico inorridisce a sentire parlare di sé riferito al libro della Eriksson, dove la protagonista non potrebbe essere più irritante. Ve ne dico di più nella recensione.


Lo strano viaggio di un oggetto smarrito è un libro bellissimo, dove la magia, i colori e l'amore indossano abiti infantili e crescono su un treno diretto verso delle risposte di una vita. Il libro di Basile è una storia leggera e profonda, che nella recensione consiglio di cuore.


Mandami un messaggio mi ha fatta ritornare alle letture deludenti: un libro senza spessore, con personaggi che sembrano dei cartonati, con una scrittura troppo immatura. Non ve ne parlo per niente bene nella recensione.


Una specie di felicità, che segna il ritorno di Francesco Carofiglio, mi ha sorpresa per la numerosità dei dialoghi e la narrazione snella. Ve ne parlo meglio nella recensione pubblicata su Eroica Fenice.


Dopo L'amore è mai una cosa semplice, non potevo non leggere L'importanza di chiamarti amore di Anna Premoli; la donna che mi ha conquistata con le sue storie e la sua capacità di toccare alcune corde del mio cuore. A presto con la recensione positiva.


Il paese dell'acqua è un libro così particolare e british. Mi è piaciuto molto, e ve ne ho parlato meglio nella recensione.


Da troppo tempo volevo leggere Meglio soffrire che mettere in un ripostiglio il cuore, con la sensazione che mi avrebbe fatto un po' male. In parte è stato così, in parte però mi ha anche fatto del bene e, onestamente, al termine della lettura ho come avuto l'impressione che mancasse qualcosa.


Cercando l'onda è stata per me la lettura perfetta, durante le pause da studio, e mi ha fatto venire così tanta voglia di andare al mare. Ve ne parlo meglio nella recensione.


Un'estate magica di Corina Bomann, autrice che desidero scoprire da tempo, si è rivelata essere una lettura piacevole, scorrevole, leggerissima: perfetta per la stagione. Ve ne parlo meglio nella recensione.


Bianca da morire è un libro di quelli che in pochissime pagine ti distrugge l'anima, e ve ne parlerò molto presto.


La distrazione di Dio è una storia che attraversa un secolo, un viaggio nell'immortalità dell'anima. A presto con la recensione.

______________________________________________

E le vostre letture, invece? Quali sono state quelle estive e che mi consigliate?

Commenti

  1. Quante letture anche questo mese *_* Svelami il tuo segreto :P
    Io ho finito da poco "Il cuore buio", veramente niente di che.. c'era del potenziale nella storia, peccato sia stata buttata via troppo frettolosamente.
    Ho in lettura il romanzo di Salvatore Basile e per ora sembra molto molto dolce!
    Mi incuriosisce "Meglio soffrire che mettere in un ripostiglio il cuore" e la Premoli ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il segreto di questo mese è: libri piuttosto brevi :P
      Passerò sicuramente a leggere la tua recensione su Il cuore buio, ché mi sembra che in molti abbiamo avuto la stessa impressione: troppa carne al fuoco!
      Spero che Basile ti piaccia *-*
      Un po' ormai conosco i tuoi gusti e ti direi che puoi passare oltre sul primo, mentre sul secondo soffermati quando vai in vacanza con il moroso :)

      Elimina
  2. WOW.
    Non che io mi lamenti del mio giugno, eh, benché nel pieno della sessione estiva, sono riuscita a leggere ben cinque libri e mezzo (l'altro mezzo a luglio!). Quel poco che hai scritto di "Bianca da morire" è più che sufficiente per incuriosirmi! Verrò sicuramente a leggerti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sessione estiva, muori! Questo è il mio mood attuale :)
      Un libro che sa come non farsi dimenticare, diciamo ^^
      Un abbraccio :*

      Elimina
  3. Unica in comune è stata la Premoli! Che dire..la amo! E Giada penso che abbia toccato qualcosa in noi..qualcosa che ci fa accomunare a lei :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne abbiamo parlato, ricordi? Questa volta la Premoli ha fatto centro. Credo di amarla XD

      Elimina
  4. Ciao!!
    Ah quanti bei libri...mi ispira tantissimo bianca da morire e spero di leggere il paese dell'acqua *_*
    Buonissime letture e a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Entrambi molto belli ^^
      A presto!

      Elimina
  5. Non vedo l'ora di leggere la tua recensione di Bianca da morire ! <3

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari