venerdì 11 novembre 2016

Amore a prima lettura: di come mi sono innamorata di cinque autrici italiane


Buongiorno, amanti della lettura!
L'amore è il motore della vita. L'amore si trova in tutto ciò che noi reputiamo essenziale nella nostra vita. Ad esempio l'amore che provo io per la lettura è un componente del motore della mia vita. La lettura, la letteratura, è vita stessa per me. Ricordo ancora come mi avvicinai alle pagine, come lo feci, perché lo feci; amo molti libri e per ciascuno ricordo momenti sparsi e sconnessi di quando li lessi. Mi si riempie il cuore di gioia ogni volta che vedo un libro che ho amato, di un autore o autrice che ho amato. In particolare ricordo quelle scrittrici di cui mi sono innamorata a prima vista, sin dalla prima pagina. L'amore a prima vista si dice che abbia pochissime probabilità statistiche di manifestarsi, ma quando succede... è per sempre.
Di seguito vi parlo delle scrittrici di cui mi sono innamorata fin da subito.


Valentina D'Urbano
Giravo per gli scaffali della biblioteca nel mio pomeriggio libero, e Il rumore dei tuoi passi mi chiamò a sé. Da amante dei titoli poetici lessi la trama e me lo portai a casa, felice di conoscere la vita di quei ragazzi poco fortunati e dell'amore che li avrebbe travolti in pieno. La D'Urbano è un'autrice che concentra tanto di quel dramma nelle sue storie che, per chi non la conosce e la giudica a pelle, sembra essere capace di ferire e straziare il lettore. Ma loro non possono capire e non possono sapere che nonostante la D'Urbano racconti storie così intense è anche capace, con la sua scrittura divina e graffiante, di curare le ferite e far passare il dolore nella sua fase più difficile. La scrittura di Valentina è dolorosa.


Sara Rattaro
Sara Rattaro mi ha conquistata con Un uso qualunque di te. Il filtro d'amore ha funzionato in un pomeriggio di noia e un titolo che mi ha colpita dritto al cuore. Una storia dove l'amore materno è, ancora una volta, incondizionato e immortale. Un pomeriggio che non scorderò mai, dunque, per tutte le lacrime versate e perché ho scoperto una delle mie autrici preferite in assoluto. La scrittura di Sara Rattaro è vera.


Francesca Diotallevi
In giro si parlava molto di Francesca Diotallevi e dei suoi romanzi, ma io non le ho mai dato una possibilità perché le trame di Le stanze buie e Amadeo, je t'aime non sembravano nelle mie corde. Mentre Dentro soffia il ventosì, invece. Capitato per caso, inatteso, ipnotico. Era semplicemente perfetto. Letto con emozione, con voracità, con fame di emozioni rétro totalmente rapita. La scrittura di Francesca Diotallevi è piena di grazia.




Carmela Scotti
Con L'imperfetta Carmela Scotti esordisce nel panorama italiano con un romanzo potente e da una forza incommensurabile. Ricordo ancora quando l'ho visto per la prima volta, con l'assoluta certezza che fosse una lettura di quelle che mi toccano profondamente l'anima, sicura che l'avrei amato. Una storia intrisa di tristezza e ingiustizia che colpisce dritto al cuore implorandolo di resistere. La scrittura di Carmela Scotti è poetica.

Vanessa Roggeri
Con Il cuore selvatico del ginepro, il primo libro di Vanessa, ho subito capito che il suo è un grandissimo talento quel pomeriggio piovoso e pieno di solitudine nella mia amata Irlanda. E chi se lo dimentica? La sua penna così piena di cura e di attenzione verso i suoi personaggi, quelle sue donne forti che lottano contro tutto e tutti e, soprattutto, contro la tradizione che spesso opprime le società e rende invivibile la vita a molte persone. La tradizione e la forza che attraverso il tempo e sono sempre attuali. La scrittura di Vanessa Roggeri è molto elegante.


Cinque due straordinarie, cinque scrittrici italiane piene di talento. Da amante della narrativa italiana e in base ai ricordi più vivi che ho avuto nella stesura di questo post, mi sento di consigliare le autrici protagoniste e i loro libri. Si tratta di soggettività, perché così funziona l'amore, riallacciandoci al discorso di prima. Si tratta dei miei gusti, dei periodi che vivevo in cui mi sono trovata a sfogliare i loro libri e di tutto ciò che ci spinge verso un lettura piuttosto che un'altra. Ma, oggi e personalmente, mi sento di dire che la D'Urbano, Rattaro, Diotallevi, Scotti e Roggeri, siano cinque tra le migliori penne femminili nostrane. Non credete anche voi?

8 commenti:

  1. Buongiorno .... grazie per i tuoi consigli e le tue recensioni... :-)

    RispondiElimina
  2. Che bella rubrica! :) A parte Carmen Scotti che non ho ancora avuto il piacere di leggere, amo le altre autrici <3 Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, sono tra le migliori che abbiamo secondo me :)

      Elimina
  3. Non le conosco, non di "persona" almeno ma di alcune di loro me ne hai parlato talmente tanto che mi sento anche io di conoscerle un pochino. Prima o poi, devo solo trovare il momento giusto, leggeró qualcosa scritto la loro, in primis la rattaro:)
    Non sapevo di questa "pagina" ma l'ho adorata, come ogni cosa che scrivi, e ho sentito l'amore che provi per queste autrici, ma sopprattutto per i libri ❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che carina che sei!
      La Rattaro, certo, sai quanto lo amo! *-*
      Grazie mille, Lou <3

      Elimina
  4. Sai che sono tutte nella lista degli autori da conoscere e leggere assolutamente? Non ho ancora iniziato però :)
    Mi piace molto questa rubrica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando la inizierai sarò felicissima di sapere la tua opinione ^^

      Elimina

Lascia un segno nel mio scaffale di libri con un commento ^-^ mi farai molto felice!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...