Riepilogo mensile di febbraio


Buongiorno, amanti della lettura!
Il breve ma intenso febbraio è finito e di questo mese mi rimarrà un brutto ricordo, purtroppo. Sono stata poco bene da tutti i punti di vista: mi sembra di aver fatto degli enormi passi indietro senza motivo, mi sembra di piegarmi senza poter reagire se non ignorare i fatti che mi inquietano pur di andare avanti, seppur illudendomi che sia così. Per la prima volta, poi, mi sento come se dovessi affrontare questo peso da sola perché nessuno potrebbe capire, nessuno potrebbe aiutarmi, perché apparentemente è tutto così perfetto. Febbraio è sempre stato un mese un po' così negli ultimi anni, ma sono fiduciosa per il prossimo anno in una maggiore serenità.
Certo è che per i libri non posso lamentarmi perché ho avuto così tate belle letture che sono così felice!


Leggero come una piuma, La tua seconda vita comincia quando capisci di averne una sola è un inno all'ottimismo e alla positività; arme necessarie per prendere le redini della propria vita se questa non ci soddisfa. Ve ne ho parlato in maniera scanzonata nella recensione.


Anche noi l'America è entrato a far parte dei miei libri preferiti in assoluto: perché è meraviglioso, perché la storia dei protagonisti non può non essere anche la nostra. Ve ne ho parlato in maniera sentita nella recensione.


La mia vita è un paese straniero è un libro parla della guerra con poesia e non lascia assolutamente indifferenti. Ve ne ho parlato meglio nella recensione.


Convalescente e esaurita dalla sessione d'esami, 41 perché di dubbio interesse è stata una boccata d'aria fresca in una serata in cui l'attenzione per fare altro era meno di zero. Ironico, divertente, nulla di che, sul blog non credo che arriverà mai.


Il nido di Tim Winton è un libro impegnativo ma ne vale assolutamente la pena: complesso, introspettivo, narrato e vissuto con disillusione e disamore verso la vita. Bellissimo! Ve ne ho parlato meglio nella recensione.


Sembrava una felicità mi è capitato tra le mani per puro caso, e non l'ho più mollato: poetico, apparentemente senza senso e confusionario risulta non essere adatto a tutti, ma per chi lo capisce e riesce a leggere tra le righe, ad andare oltre quei continui capoversi, è una lettura bellissima. Ve ne parlerò presto e in toni entusiastici.


Mi prometto di leggere da mesi l'ultimo libro di Anna Premoli e finalmente, in cerca di relax, è arrivato il suo momento. E' solo una storia d'amore sinceramente mi è piaciuto meno degli ultimi romanzi, L'amore non è mai una cosa semplice e L'importanza di chiamarti amore , ma rimane comunque una lettura divertente e scacciapensieri. Presto vi dirò la mia opinione al riguardo.
_____________________________________________________

E voi, amanti della lettura? Ditemi che anche voi avete letto solo libri belli che vi hanno fatto battere il cuore a mille. E quali? Magari è un libro comune?
Vi abbraccio :)

Commenti

  1. Ciao, finalmente ho di nuovo la possibilità di leggervi tutti! Non abbiamo avuto letture comuni, vedo molti bei titoli nel tuo recap e devo dire che anche io andando avanti becco sempre meno fregature...sarà che ho affinato l'istinto? O solo fortuna? Ho letto fra gli ultimi L'altro figlio, Dentro soffia il vento...insomma sono soddisfatta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nunzia ^^
      Io sono sicura che siamo diventate molto abili a fiutare le fregature!
      Dentro soffia il vento è bellissimo, uno dei miei preferiti del 2016 *-*

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari