Recensione: Prima che sia domani di Clare Swatman

E se il tempo ci desse una seconda possibilità? Una seconda possibilità per dire quell'ultimo "ti amo", per dedicare più tempo a chi ci ama, per farci perdonare da chi amiamo, per rimediare ai nostri sbagli Prima che sia domani.


Titolo: Prima che sia domani
Autore: Clare Swatman
Editore: Mondadori
Prezzo: €18.00
Data di uscita: 30 maggio 2017

Trama:
Trovi la tua anima gemella... Alcune persone non si accorgono di essere in presenza dell'amore della loro vita neanche quando se lo ritrovano proprio davanti agli occhi. Per Ed e Zoe è stato così: si sono incontrati il primo giorno di università, hanno condiviso anni bellissimi come coinquilini nello stesso appartamento, si sono innamorati... Si sono persi di vista... Poi le loro strade si sono incrociate più volte ma, per motivi sempre diversi, sembrava che non fosse mai il momento giusto. Solo anni più tardi, dopo che entrambi si sono lasciati alle spalle varie esperienze, il loro amore è finalmente sbocciato... ... e poi succede qualcosa di inimmaginabile. Un giorno, mentre stava andando al lavoro in bicicletta, Ed viene coinvolto in un incidente. Zoe è letteralmente incapace di reagire a un evento così tragico, non riesce a trovare una maniera per sopravvivere. Non è pronta a lasciare andare i ricordi. Come può dimenticare tutti i momenti felici, dal loro primo bacio a tutta una vita costruita insieme? Ma, soprattutto, Zoe è tormentata dalla consapevolezza che ci sono delle cose che avrebbe assolutamente dovuto dire a Ed... Ma forse non è troppo tardi...


Recensione:
Quante volte abbiamo tanto voluto tornare indietro nel tempo e cambiare le cose, evitare quell'errore fatale che ci ha fatto tanto soffrire o, peggio, ha fatto soffrire altri che amiamo o amavamo. Quante volte lo abbiamo desiderato e poi abbiamo abbassato gli occhi sconsolati, ben consapevoli che non è possibile e che le conseguenze di quell'errore saranno inevitabili e il rimorso insopportabile. Il tempo è inclemente e  talvolta siamo così sconsiderati da dare per scontate le persone che amiamo, da pensare che loro ci saranno per sempre. Ma così non è e il pensiero è talmente scomodo da farsi notare raramente nelle nostre vite, fino a quando è troppo tardi e allora diviene il nostro chiodo fisso. Ma se invece fosse possibile tornare indietro? Se invece avessimo la possibilità di prevenire l'errore, invece che rimediare allo stesso? Se davvero potessimo cambiare le cose?

A tutto questo la giovane e determinata Zoe non pensava, impegnata a prendersi quello che voleva dalla vita, distratta da quell'amore che va e viene senza mai arrivare al capolinea, senza mai fermarsi stabilmente. Lei che rincorre Ed e lui che rincorre lei, senza mai darsi l'un all'altra fino a quando l'adultità non li costringe a soffermarsi, a parlarsi e ad amarsi. La loro è una vita serena, nonostante i due abbiano una visione di famiglia diversa, nonostante quel bambino tanto desiderato invece che unirli li porti ad un punto di rottura dove a colmare il vuoto tra i due c'è solo il gelo, la scortesia e l'impazienza. Fino a quel giorno, il giorno in cui Ed non torna a casa. Ma se Zoe potesse cambiare le cose e vedere Ed varcare la soglia del loro nido quel giorno? Se potesse tornare indietro e salvarlo, salvare il loro matrimonio? Basta poco, in fondo, basta stare attenti alle piccole cose della vita, quelle che non fanno rumore ma che fanno invece la differenza.

Prima che sia domani ha spezzato il cuore di molti lettori, una reazione che non vedevo da "Io prima di te", anche se la trama del romanzo d'esordio di Clare Swatman ricorda moltissimo quella di "Un giorno" di David Nicholls e con il quale purtroppo non posso fare confronti perché mai letto - seppur abbia amato la trasposizione cinematografica con la mitica Anne Hathaway -. Una somiglianza che può disincentivare alla lettura gli affezionati del libro di Nicholls ma che rimane superficiale perché ne Prima che sia domani il tempo diventa malleabile e il desiderio che ha aperto questa recensione concreto e realizzabile. Trama e somiglianze a parte, il romanzo di Clare Swatman è capace di sciogliere il cuore dei lettori più sensibili e più romantici; grazie ad una prima persona che l'autrice ha saputo gestire senza difficoltà e una prosa semplice che trasmette serenità senza mai appesantire il tema della perdita e del dolore. Prima che sia domani è quel romanzo che ti fa riflettere sul peso delle parole che diciamo alle persone che amiamo; consigliato per prendersi una pausa da letture troppo impegnative ma neanche troppo superficiali.

Commenti

Post più popolari